Donne africane combattono (e vincono) la povertà energetica

  • Articolo di

Accurati studi condotti da Woman in Energy, network internazionale impegnato nell’emancipazione delle donne nel settore Energia, hanno appurato che la povertà energetica penalizza in modo particolare il mondo femminile e là dove si riesce a porvi rimedio, sono proprio loro a giovarne.

La ricerca arriva dal sud Africa: i ricercatori universitari del Michigan, analizzando dati comportamentali ed economici di tale parte del mondo, hanno constatato che a seguito dell’elettrificazione si è assistito ad un aumento del 9% dell’occupazione femminile, mentre quella maschile risultava stabile nei valori precedenti. Il vantaggio femminile aumenta fino al 23% in Nigeria e Guatemala.

Perché?

La spiegazione sta nel fatto che in tali zone dell’Africa sub-sahariana le mansioni domestiche legate alla preparazione dei pasti esigono il recupero di legna e scarti agricoli da bruciare per accendere il fuoco. Tali attività, prerogativa pressoché esclusiva del mondo femminile, richiedono tempo e fatica, in quanto i materiali necessari spesso si trovano in luoghi lontani dalle abitazioni ed il relativo trasporto risulta impegnativo.

Chiaro quindi che l’elettrificazione velocizza notevolmente i tempi di lavoro domestico, dando maggiori opportunità nel contesto sociale e scolastico; inoltre minimizza i danni alla salute derivanti dall’uso quotidiano di biomasse (in particolare malattie respiratorie) e da tutti gli infortuni quali ustioni e ferite gravi.

Un segnale importante è stato dato da The Solar System Project, un’iniziativa che introduce nelle case una “solar case” ovvero una dotazione di strumenti per operare, manutenere e vendere tecnologia solare, come ad esempio lampade solari all’interno delle proprie comunità.

Altro esempio felice lo portano le 26 donne, selezionate in 16 villaggi tra Liberia, Sudan, Tanzania ed Uganda, che, grazie al progetto Rural Women Light Up Africa hanno imparato l’uso di strumenti sofisticati per l’istallazione, la gestione e la manutenzione di sistemi solari.